skip to Main Content
Menù

Servizio Civile Volontario

Il CEPIM ha da sempre creduto molto nel Servizio Civile Volontario. E prima ancora negli obiettori di coscienza, che fin dal 1989 hanno collaborato con l’associazione.

Lo fa per dare la possibilità ai giovani tra i 18 e i 28 anni di vivere un’esperienza di crescita. Un’esperienza in cui possano mettersi in gioco. Approcciarsi in maniera diversa alla società e al mondo del lavoro. Diventare parte di una realtà unica. Di progetti ambiziosi di cui essere promotori e pedine fondamentali.

Un’esperienza che possa aiutare i giovani nel loro percorso di crescita. Li sproni a far sentire la loro voce e le loro idee. A dare il loro contributo nel cambiamento e nella sensibilizzazione della società che da sempre è il nostro obiettivo.

 

Cosa significa fare il servizio civile al CEPIM?

Svolgere il servizio civile al CEPIM vuol dire affrontare sfide di crescita tutti i giorni.

Significa prendersi delle responsabilità quotidiane. Avere compiti importanti e precisi da gestire ogni giorno. Come l’organizzazione quotidiana delle attività laboratoriali. La collaborazione con il tutor nella gestione dell’associazione. L’organizzazione di vari eventi, dalle feste agli incontri di sensibilizzazione e promozione. L’affiancamento ai volontari dell’associazione, all’educatrice, alla psicologa e agli altri tecnici nelle varie attività.

Compiti che aiutano le persone che svolgono il servizio civile al CEPIM a maturare e crescere. Diventando così dei veri punti di riferimento per i volontari dell’associazione. Arrivando ad aiutarli e guidarli nelle attività di ogni giorno. Diventando modello e guida per le persone con sindrome di Down del CEPIM.

Svolgere il servizio civile al CEPIM significa mettersi in gioco. Rendersi disponibile ad affrontare esperienze nuove e stimolanti. A creare legami con le persone dell’associazione. Promuovere l’amicizia e la collaborazione con esse. Il tutto in un ambiente stimolante e giovane, assieme ai volontari propri coetanei. Persone che mettono ogni giorno il loro tempo a disposizione per dare il loro contributo.

Tutto questo sarà svolto con il costante supporto del tutor e dei tecnici dell’associazione. Persone che condivideranno le proprie conoscenze ed esperienze per aiutare i volontari del servizio civile nel loro percorso di crescita. A partire da una costante e valida formazione.

 

Il ciclo di formazione per il servizio civile al CEPIM.

La formazione è uno dei punti cardine del servizio civile al CEPIM. Una formazione specifica che inizierà fin dal primo colloquio con il futuro responsabile. Colloquio dove non solo verranno illustrate le attività dell’associazione e i suoi obiettivi. Ma dove i giovani avranno la possibilità di fare le loro prime domande. Chiarire ogni dubbio possano avere sull’esperienza che andranno a intraprendere.

Per aiutarli a risolvere i primi dubbi, i giovani avranno la possibilità di parlare anche con quei ragazzi che hanno già prestato Servizio Civile al CEPIM. Persone che meglio di chiunque altro potranno raccontare la loro esperienza.

Sono poi previsti dei corsi specifici di formazione diluiti durante l’anno di servizio civile al CEPIM. Formazione organizzata dai tecnici dell’associazione. Personale specializzato disponibile a condividere le proprie conoscenze e i propri metodi per permettere ai giovani di crescere e apprendere.

Ma anche incontri settimanali con il proprio responsabile. Momenti in cui continuare a porre le proprie domande e risolvere i propri dubbi. In cui confrontarsi sugli aspetti più pratici del proprio servizio civile.

E ancora riunioni di programmazione e revisione delle attività. Occasioni per dire la propria opinione e proporre nuove idee. Per confrontarsi sull’andamento dei laboratori. Sviluppare insieme nuove strategie e nuove attività.

 

Il servizio civile al CEPIM è quindi una vera esperienza di vita. Un anno diverso e irripetibile, un momento che potrà cambiare profondamente la vita dei giovani che decideranno di mettersi in gioco con noi.

Back To Top