Menù

Servizio Civile Volontario
Il CEPIM ha impiegato fin dal 1989 obiettori di coscienza e poi, dal settembre 2002, giovani in Servizio Civile Volontario.
I compiti ad essi affidati sono molteplici, ma tutti indirizzati alla crescita e all’inclusione dei ragazzi con sindrome di Down di cui l’Associazione si occupa.

Perché scegliere il Servizio Civile Volontario al CEPIM?
Il Servizio Civile Volontario presso il CEPIM rappresenta un cammino ricco di emozioni ed è sicuramente uno strumento che aiuta a vedere la vita in modo differente. Infatti la frequentazione dei ragazzi con sindrome di Down, “poveri” di considerazione sul piano sociale, ma ricchi di affettività e di spontaneità disarmanti, richiama valori quali la semplicità, l’essenzialità e l’amicizia. Insegna la pazienza che sa aspettare con fiducia e l’attenta partecipazione che sa incoraggiare e valorizzare anche chi cammina a piccoli passi e progredisce con fatica.

Sia le azioni concrete di servizio quotidiano, sia i momenti di formazione costituiscono occasioni continue e proficue di crescita umana e civile. I giovani in Servizio Civile Volontario infatti, mentre svolgono attività con i ragazzi con sindrome di Down, entrano in contatto con le loro famiglie, con i numerosi genitori dei ragazzi che prestano la loro opera di volontariato per gestire l’Associazione, con 100 volontari, che sono ragazze e ragazzi loro coetanei. Questa complessa e multiforme varietà di persone che ogni giorno incontrano, crea amicizie profonde, stimola l’apertura, l’esercizio all’ascolto, induce al confronto e alla condivisione di esperienze, spinge a mettersi in gioco e a maturare, anche attraverso le inevitabili difficoltà.

La particolare cura che il CEPIM dedica al supporto e alla formazione dei giovani in Servizio Civile Volontario apre, se pure in un contesto ben definito di regole e riferimenti, ampi spazi di iniziativa personale, di scelta, di verifica, di continuo confronto che educano i giovani all’esercizio della responsabilità.

Formazione
Il CEPIM ritiene fondamentale offrire ai giovani in Servizio Civile Volontario ripetute occasioni di formazione sia preliminare sia in itinere.
Prima di entrare in servizio:

  • approfondito colloquio con il loro futuro responsabile;
  • colloquio con ragazzi che hanno già prestato Servizio Civile presso il CEPIM;
  • corso di formazione di 10 ore insieme ai nuovi volontari dell’Associazione.

Durante il servizio:

  • incontro settimanale con il responsabile;
  • riunioni di programmazione e di revisione delle attività con i volontari, i coordinatori dei laboratori e il responsabile.

I giovani in Servizio Civile Volontario possono contare in ogni momento sulla collaborazione e sull’aiuto del loro responsabile, dei coordinatori dei laboratori, della segreteria e del Direttivo dell’Associazione.

Sono presenti inoltre le figure della psicologa e dell’educatrice a cui possono rivolgersi per essere aiutati per eventuali problemi particolari con i ragazzi con sindrome di Down.